Advertisements
Advertisements

Terremoto in Calabria: le All news dormono. È Tv Talk a coprire l’evento (sul web)

Questa notte, appena dopo l’una, una forte scossa di terremoto è stata percepita in tutto il sud Italia e in particolar modo tra la Campania, la Basilicata e la Calabria; l’INGV ha segnalato una scossa di Magnitudo 5.0 sul Monte Pollino, situato proprio al confine tra la Calabria e la Basilicata e molto vicino anche alla Campania, dove è stato sentito distintamente.

E visti anche i precedente de L’Aquila e dell’Emilia, in tantissimi si sono subito precipitati a cercare notizie sulla rete e in particolar modo su Twitter. E meno male, sarebbe il caso di dire. Sì, perché se Internet non fosse così diffuso e le comunicazioni di massa fossero ferme anche solo a dieci anni fa, quando gli italiani che usavano Internet così spesso e facilmente erano molti meno, le notizie trapelate sarebbero poche, troppo poche.

Nell’era del digitale e delle reti All News, nessuno è riuscito a coprire come si deve un evento del genere, in un momento in cui il pubblico richiede così massicciamente delle notizie. Sarà stata forse l’ora tarda che non ha permesso un tempestivo intervento delle varie Rai News, TGCom24 e SkyTG24, che hanno dato la notizia solo dopo un po’ di tempo e senza focalizzarsi troppo sull’argomento, così come ha fatto anche il TG5 della notte, e senza seguire in diretta l’evolversi della situazione, raccontando lo sciame sismico che sta affliggendo la zona.

Ed è così che in rete girano parecchie indiscrezioni, fornite dai diretti protagonisti coinvolti nell’evento sismico; pare ci sia una vittima, un anziano a Scalea morta d’infarto dopo la scossa, che alcune zone siano rimaste senza energia elettrica, che un ospedale a Mormanno sia stato evacuato e che parecchie persone si accingano a passare la notte in auto. E a raccoglierle prontamente, oltre a diversi siti online, sia la redazione di Tv Talk, il programma del pomeriggio di Rai3 che “smonta” la televisione e che proprio ad essa in queste ore si sta sostituendo, essendosi mostrata incapace di seguire un evento del genere solo perché avvenuto in un orario “scomodo”.

Internet batte nuovamente la televisione sul fronte delle informazioni. Ma a cosa servono le all news se in casi del genere risultano assenti e mandano a ripetizione le edizioni trasmesse nella giornata in corso e rubriche sulle automobili?

Advertisements