TG3 Piemonte, il giornalista: “I napoletani si riconoscono dalla puzza”. È scandalo (video)

Bufera nella redazione giornalistica Rai del Piemonte, quella che cura l’edizione locale del TG3; un servizio andato in onda ieri, riferito alla partita Juventus-Napoli giocata sabato e vinta dai piemontesi, è stato contestatissimo dal pubblico per alcune frasi razziste pronunciate dal giornalista Giampiero Amandola che ha preparato il servizio.

In coda ad un servizio in cui sono stati mostrati i festeggiamenti dei tifosi bianconeri dopo la vittoria (con tanto di discutibili cori “Vesuvio lavali tutti“), Amandola ha intervistato un ragazzo che ha detto che i napoletani “sono ovunque, come cinesi“.  Il giornalista ha ribattuto con un inspiegabile e tremendo “Li riconoscete dalla puzza, con grande signorilità“.

Dopo numerose lamentele, la sede piemontese della Rai ha emesso un comunicato in cui si è scusata con tutti coloro che si sono sentiti offesi dalla frase del loro collega, precisando che l’intento di Amandola era invece quello di stigmatizzare il tifo ignorante ironizzando sulla frase in questione, e che in fase di montaggio, nella fretta, gli era sfuggito il significato negativo che il pubblico avrebbe potuto evincere dalla  frase.

Sarebbe stato decisamente più efficace ed educativo proporre un servizio di critica in merito ai cori razzisti e alle discriminazioni, anziché riproporre immagini di tifosi festanti che cantano parole odiose nei confronti dei propri avversari e mettere il dito nella piaga riproponendo un’altra frase di pessimo gusto, pronunciata addirittura da una figura professionale come quella del giornalista.

Nel video qui sotto, nei secondi compresi tra 0.20 e 0.40, il segmento incriminato del servizio andato in onda ieri.

Advertisements