Advertisements
Advertisements

Romanzo Famigliare, seconda puntata – Trama, riassunto e foto

Micol insiste nel non voler rivelare alla madre il nome del padre del bambino. Gian Pietro, intanto, continua ad intromettersi nella vita della figlia, prenotando per lei l’appuntamento dal ginecologo. Questo rivela che il bambino potrebbe essere affetto da spina bifida, una malformazione incurabile. Micol, così, può effettuare un’interruzione terapeutica della gravidanza.

Giorgio, intanto, nasconde a tutti il fatto di aver perso tutti i soldi della famiglia e di vivere aiutato dalla tata Iaia. Il giovane riprende a frequentare Emma, con cui ha avuto la sua prima storia. Quando Agostino lo scopre, non ne è contento. Micol, invece, stringe amicizia con Ivan, di cui scopre anche la difficile situazione familiare.

Segui la terza puntata di Romanzo Famigliare

L’uomo, all’Accademia, deve intanto occuparsi anche di Nicola (Barbara Venturato) e delle sue idee di estrema destra. Il Comandante prova a farle capire che i profughi fanno parte di un’emergenza umanitaria, ma la ragazza continua ad essere intransigente. Giorgio chiede a Gian Pietro un prestito per poter riscattare il marchio dell’azienda del padre, che è fallita. A consigliargli di rivolgersi all’uomo è stata Micol: il giovane crede che possa essere sua figlia.

Emma, quando non riesce ad ottenere il referto della visita medica di Micol, inizia a sospettare che dietro la diagnosi ci sia il volere del padre. Dopo averne parlato con la figlia, le due decidono di uscire dall’ospedale prima dell’intervento e di chiedere un secondo parere. E’ come pensano: Tullia (Anna Galiena) conferma loro che il bambino sta benissimo. Gian Pietro ha ordinato al ginecologo di operare Micol, che accetta finalmente il bambino.

Valeria (Annalisa Arena) inizia ad essere gelosa di Micol e della sua famiglia ed, oltre a pubblicare online lo stato del sup peso, decide di rivelare a tutti della sua gravidanza. A Villa Liegi, invece, Natalia (Anita Kravos) deve occuparsi del figlio Jacopo (Iacopo Crovella), che a sua insaputa è tossicodipendente: recupera la droga proprio al ristorante della madre di Ivan, di cui quest’ultimo è trasportatore ignaro di ketamina.

Micol prova a riappacificare la madre ed il nonno: la giovane scopre tanto sulla nonna, che si chiamava come lei, e che aveva fatto volontariato a Chernobyl. Lì ha incontrato Mariuz (Marius Bizau), figlio adottivo di Gian Pietro, che propone ad Emma di diventare amministratore delegato della Fondazione al posto suo. La donna accetta, ma non perdona il padre.

Agostino riceve una lettera anonima (in realtà scritta da Giorgio), che insinua il fatto che Micol non possa essere sua figlia. L’uomo decide di parlare con Emma, che ammette che nella Pasqua del 1998, come scrive la lettera, si era vista con Giorgio, mentre lui era in consegna. Micol sente la conversazione e chiede a Tullia se sia possibile fare un test di paternità.

Ad un posto di blocco, la Polizia trova la droga che la madre di Ivan nascondeva nel suo casco e lo arresta: ma con lui c’è anche Micol, anche lei arrestata. Ma quando scoprono che è la nipote di Gian Pietro Liegi, per lei la posizione cambia.

La ragazza è distrutta: per questo, Emma chiama Federico (Francesco Di Raimondo) e gli chiede di riprendere le lezioni di clarinetto. Non solo: a nome della Fondazione, la donna parla con il giudice che si sta occupando del caso di Ivan per cercare di aiutarlo. Vuole che realizzazione una struttura che aiuti i minori in difficoltà. Gian Pietro teme che possa accedere ai conti della holding e capire che la Fondazione serve a coprirne certi affari: ma la malattia avanza e ne sente gli effetti. Intanto, però, la figlia ed Ivan sono sempre più vicini, e fanno l’amore. Ma la sera, la giovane sente i genitori litigare: Agostino non ha ancora perdonato Emma, che accusa di essere egoista.

Romanzo Famigliare, seconda puntata: anticipazioni

Dopo il buon esordio della prima puntata, con 5,6 milioni di telespettatori (22,1% di share), torna questa sera, alle 21:25 su Raiuno, Romanzo Famigliare, la serie tv che segue e vicende di una famiglia di Livorno tra padri autoritari, figlie ribelli e gravidanze inattese.

Nella seconda puntata, Micol (Fotinì Peluso) continua a non voler il bambino, e quando scopre che sul feto grava una malformazione decide di sottoporsi ad un intervento di interruzione terapeutica di gravidanza. Poco prima, però, sospetta che la malattia sia un’invenzione voluta dal nonno Gian Pietro (Giancarlo Giannini) per aggirare le regole.

Il riassunto della prima puntata di Romanzo Famigliare

Emma (Vittoria Puccini), intanto, inizia a frequentare Giorgio (Andrea Bosca), scatenando la gelosia di Agostino (Guido Caprino). La donna, inoltre, accetta la proposta del padre di diventare Presidente della Fondazione Liegi, non sapendo, però, che la holding familiare sta attraversando un periodo di crisi.

Micol viene anche a conoscenza del fatto che Agostino potrebbe non essere il suo vero padre. A starle vicino ci pensa Ivan (Renato Raimondi) la cui famiglia, dedita ad alcuni affari poco leciti, viene aiutata dalla Fondazione, per volere di Emma, infastidendo il padre.

Romanzo Famigliare, puntata 9 gennaio 2018: streaming

Si può vedere Romanzo Famigliare in streaming sul sito ufficiale della Rai, mentre da domani si potrà vedere nella sezione Guida Tv/Replay o Fiction.

Advertisements